Omicidio stradale. Le modifiche al codice penale

Il 25 marzo 2016 è entrata in vigore la legge n. 41/2016 che introduce nel codice penale i delitti di omicidio stradale e di lesioni personali stradali, puniti a titolo di colpa.

Augurando buona guida, invito a leggere di seguito i punti principali della norma.

La nuova legge inserisce nel codice penale il delitto di omicidio stradale, aggiungendo l’articolo 589-bis.

Secondo questo articolo, è punito con la reclusione, in misura diversa, in base al grado di colpa, il conducente che a causa di una propria condotta imprudente di guida, provochi un incidente mortale. In particolare:

  • Nessuna modifica è stata fatta per l’omicidio colposo conseguenza della violazione delle norme sulla circolazione stradale, la pena viene confermata nella reclusione da 2 a 7 anni;
  • La pena viene aumentata da 8 a 12 anni, se l’omicidio stradale colposo viene commesso da chi era alla guida in stato di ebrezza alcolica (tasso alcolemico superiore a 1,5 grammi per litro), oppure in stato di alterazione psico-fisica conseguente all’assunzione di sostanze stupefacenti o psicotrope;
  • Stessa pena viene applicata ai conducenti professionali, per i quali è però sufficiente essere in stato di ebbrezza alcolica media (tasso alcolemico compreso tra 0,8 e 1,5 grammi per litro);

 

  • La pena è della reclusione da 5 a 10 anni se l’omicidio stradale colposo avviene ponendosi alla guida in stato di ebbrezza alcolica media;

 

  • La pena della reclusione da 5 a 10 anni, viene inoltre applicata per l’omicidio stradale colposo:
  • al conducente che cagioni per colpa la morte di una persona, procedendo in un centro urbano ad una velocità pari o superiore al doppio di quella consentita e comunque non inferiore a 70 km/h, o su strade extraurbane ad una velocità superiore di almeno 50 km/h rispetto a quella massima consentita;
  • al conducente che cagioni per colpa la morte di una persona, attraversando un’intersezione con il semaforo rosso;
  • al conducente che cagioni per colpa la morte di una persona circolando contromano;
  • al conducente che cagioni per colpa la morte di una persona, a seguito di una manovra di inversione del senso di marcia in prossimità o in corrispondenza di intersezioni, curve o dossi oppure a seguito di sorpasso di un altro mezzo in corrispondenza di un attraversamento pedonale o di linea continua.
  • In queste ipotesi la pena è aumentata se il fatto è commesso da persona priva di patente di guida o con patente sospesa o revocata, oppure nel caso in cui il veicolo sia di proprietà dell’autore del fatto e sia privo di assicurazione obbligatoria.
  • La pena è diminuita fino alla metà quando l’omicidio stradale, pur cagionato dalle imprudenti condotte indicate, non sia esclusiva conseguenza dell’azione od omissione del colpevole.
  • E’ poi previsto un aumento della pena nel caso in cui il conducente provochi la morte di più persone oppure la morte di una o più persone e le lesioni di una o più persone. Si applica la pena che dovrebbe infliggersi per la più grave delle violazioni commesse aumentata fino al triplo con il limite massimo di 18 anni.
  • Nel caso in cui il conducente si dà alla fuga, la pena viene aumentata da 1/3 a 2/3 e comunque non può essere inferiore a 5 anni.

Altre due importanti previsioni riguardano la revoca della patente ed il termine di prescrizione:

Revoca della patente

In caso di condanna o patteggiamento, anche con la condizionale, per omicidio o lesioni stradali viene automaticamente revocata la patente. Una nuova patente sarà conseguibile solo dopo 15 anni per omicidio o 5 anni per lesioni, dalla revoca. Tale termine è però aumentato nelle ipotesi più gravi: se ad esempio il conducente è fuggito dopo l’omicidio stradale, dovranno trascorrere almeno 30 anni dalla revoca.

Raddoppio della prescrizione

Per il nuovo reato di omicidio stradale sono previsti il raddoppio dei termini di prescrizione e l’arresto obbligatorio in flagranza nei casi più gravi come ad esempio nei casi di bevuta pesante e sotto effetto di stupefacenti. Negli altri casi l’arresto è facoltativo.

Per maggiori approfondimenti e testo della legge:

http://www.altalex.com/documents/news/2016/03/03/omicidio-stradale-tutte-le-modifiche-ai-codici