Circolazione: posto di blocco. Cosa succede se ti fermi o fai inversione una volta avvistato il posto di blocco?

La risposta potrebbe essere semplice: è vietato evitare i controlli della polizia o dei posti di blocco delle pattuglie ai margini della strada. Tant’è che i segnali che gli automobilisti usano fare, clacson, fari, per avvisare della presenza di un posto di blocco sono considerati illeciti.

Ma se invece avendo avvistato una pattuglia in posto di blocco, ti fermi, o addirittura fai inversione di marcia, cosa succede?

Recentemente il Tribunale di Genova ha salvato un automobilista inseguito dalla polizia perché aveva cambiato senso di marcia.

Perché in realtà fermarsi, o dirigere l’auto in altra direzione rientra nella libertà di scelta dell’automobilista che ben può girare l’auto ed andare in un’altra direzione. Il reato di resistenza al pubblico ufficiale scatta quando l’automobilista non si ferma all’alzarsi della paletta rossa. Il regolamento di esecuzione del codice della strada infatti prevede che bisogna prima intimare lo stop con la paletta.

Nel caso preso in esame dal Tribunale di Genova, gli agenti si erano messi all’inseguimento con le sirene accese senza prima intimare l’alt. Il guidatore deve avere la consapevolezza che la pattuglia gli ha intimato lo stop e si messo al suo inseguimento, altrimenti non scatta il reato. Insomma la polizia non può bloccare l’auto quando questa ha già un’altra direzione, perché altrimenti il rischio che la paletta non venga vista è molto alto.

Lunga strada ai furbetti.