Condominio: il conduttore non può autoridursi l’affitto

È opinione diffusa che nel caso in cui durante la vigenza di un contratto di locazione, si hanno dei danni, delle infiltrazioni, dei rumori molesti, ci si possa autoridurre il canone di locazione. Nulla di più sbagliato. Lo ha chiarito la Cassazione con una recente sentenza, che ha dichiarato arbitrario ed illegittimo un pagamento inferiore a quanto contrattualmente stabilito.  L’unico caso in cui il conduttore può ridursi il canone di locazione è quando l’immobile è completamente inservibile. I danni che si ritengono patiti devo essere fatti valere nelle sedi opportune. Insomma nessuna giustizia autonoma.

Corte di Cassazione, sez. III Civile, sentenza n. 7636/16